Bernard Elixir dal 1902

wdscf0578

Acqua di fonte, fiori ed erbe alpine: sono questi gli ingredienti degli elisir di Bernard. Una storia iniziata dal nonno Giacomo Bernard di ritorno dalla Francia nel 1902, quando iniziò a produrre bibite come la gazzosa e il seltz e a distribuire in esclusiva le famose birre Bosio e Caratsh. La produzione di bibite, che nel frattempo si era allargata anche ad aranciata, chinotto e ginger, proseguì fino agli inizi degli anni Novanta, quando dovette fare i conti con la concorrenza industriale. Ed ecco quindi che l’azienda ha deciso di concentrarsi sulla produzione di liquori d’eccellenza partendo da erbe raccolte in Val Chisone e Germanasca. Troviamo così Serpul, da fiori e piante di timo serpillo selvatico, Genepy, Genepy blanc, con le piante di artemisia in sospensione e non a contatto con l’alcol, poi ancora Barathier, infuso di ben sette erbe, l’Abricot, con noccioli di albicocca, e l’ultimo nato, Runzè, macerazione di bucce di antiche mele piemontesi.wtutte-bottiglie-torrente