Gallina

img_4751

Beppe Benedetto, più conosciuto con il cognome materno Gallina, nell’ottobre 2015 ha lasciato il Banco n. 2 del mercato coperto del pesce di Porta Palazzo – con oltre cent’anni di storia, com’è narrato nell’omonimo libro – per spostarsi in un locale su Piazza della Repubblica, di fronte alla tettoia dei contadini. Resta comunque invariata la filosofia: indirizzare la clientela verso il consumo di specie meno note, preferendo per esempio alalunga o palamita al tonno, e rispettando con assoluto rigore il calendario stagionale per non impoverire il mare. Il pesce di Gallina (italiano, tranne quello altrimenti non reperibile) arriva in gran parte dalla Liguria. In stagione è anche pescato – soprattutto acciughe e sardine, varietà più attratte dalla luce – con la tradizionale tecnica della lampara, praticata ormai soltanto da qualche piccola cooperativa. La grande novità generata dal trasloco è che adesso da Beppe si può pranzare a prezzo fisso contenuto piatti da gourmet preparati con il pescato del giorno. Chiuso domenica e lunedì.foto-2img_4716