Rosada dal 1926

 

Come si evince dall’insegna, Rosada, gastronomia della Crocetta, quest’anno compie novant’anni. Siamo alla terza generazione: prima Alberto con Tommasina, poi Renato con Franca, ora Mauro con Alessandra. La ricca proposta accontenta tutti i gusti. Per chi non vuole discostarsi dalla tradizione c’è l’insalata russa alla vecchia maniera, per i vegani c’è la gustosa e leggera julienne di zucchini arrostiti nel forno ad alta tecnologia (che consente anche di preparare i panati senza friggere), per chi non rinuncia alla pasta invece ci sono gli agnolotti classici o di magro con borragine. Lingua salmistrata di produzione propria, uccelletti scappati (involtini di vitello cotti a lungo in sugo d’arrosto), fricandò, marbrè (carne battuta passata in forno) o terrina di lepre d’ispirazione francese sono i piatti di carne. Al venerdì c’è il cuscus di solo pesce e per chiudere, il raffinato aspic di frutta o bonet ricoperto di uva passa.
Chiuso domenica e lunedì.

Rosada dal 1926