Capitano Rosso

Capitano Rosso

 

La storia inizia nel 1971, con l’apertura della pasticceria ad opera di Francesco e Gina Rosso. Il nome è una dedica al figlio Gianfranco, allora ufficiale della marina mercantile, che nel 1982 abbandona il mare per prendere il timone del negozio di famiglia, assieme alla moglie Carla. Oggi a coadiuvare i genitori nell’attività – che dal 1992 si è ampliata con l’apertura della cioccolateria La Cambusa (al civico 154) –, c’è la figlia Valentina. Due negozi e due filoni: al cioccolato si dedica con passione Gianfranco che ha creato nel tempo una grande collezione di soggetti (coniglietti, macchinine, palloni, strumenti musicali, scarpe…) in grado di accontentare ogni genere di richiesta. Ci sono anche gianduiotti, pralineria assortita e tavolette. Valentina segue invece la pasticceria fresca e secca: chantilly, Mont Blanc, mousse (fragole e cioccolato, cioccolato e pistacchio, fragola e limone), meringate sono assai apprezzate. Nel corso dell’anno si preparano i dolci legati alle ricorrenze: le bugie a Carnevale e le zeppole a San Giuseppe. Chiuso il lunedì; in estate anche la domenica pomeriggio (aperto durante le festività).


 

Torino