Apicoltura Bee Slow

Apicoltura Bee Slow

www.bee-slow.com

Emiliano Barbato, dopo quattro anni di lavoro in un’organizzazione agricola professionale, lascia l’impiego e intraprende un viaggio in Australia per fare esperienza in alcune aziende agricole. Due anni più tardi torna in Val Chisone e partecipa a un bando della Diaconia Valdese mirato alla realizzazione di una start-up di agricoltura sociale. Lo vince e, dal 2015, parte la sua avventura imprenditoriale incentrata sul mondo delle api. Didattica, sperimentazioni, inserimenti lavorativi di persone svantaggiate e al contempo una perseverante ricerca per lo sviluppo della produzione di mieli di montagna e alta montagna, sono l’asse portante di questa attività. L’azienda può vantare il maggior numero di prodotti premiati al prestigioso concorso “Grandi mieli d’Italia Giulio Piana”. Le smielature ottenute a freddo e in purezza garantiscono qualità organolettiche e sentori primari che fanno la differenza. I mieli primaverili sono ciliegio, acacia e millefiori, quelli estivi castagno, tiglio e melata, tutti provenienti da boschi e pascoli di bassa valle. E ancora, la flora alpina e il rododendro, entrambi raccolti in alta montagna e riconosciuti da un Presidio Slow Food. Per finire si trova l’idromele, antica bevanda alcolica ottenuta da una lunga fermentazione del prezioso mosto di miele.
--