20-22/02/2020: Festival del Giornalismo Alimentare (Torino)

Nei tre giorni di Festival, dal 20 al 22 febbraio 2020, 35 panel di lavoro vedranno confrontarsi circa 170 esperti fra giornalisti, istituzioni, imprenditori, foodblogger, influencer, professionisti della sicurezza alimentare, chef e rappresentanti del mondo associazionistico che si daranno appuntamento a Torino per contribuire a migliorare la qualità dell’informazione che ruota attorno al cibo.

I Maestri coinvolti (prodotti nelle Welcome bag): Le Querce, Condo Maria, La Margherita (Apicoltori); Ballesio Cioccolato, Monteccone Cioccolato, Piemônt Cioccolato, La Piazza, Boella&Sorrisi (Cioccolaterie), Crivello (Macellerie), Il Forno del Borgo di Bioagri2003 (Panetterie), Il Dolce Canavese, Pasticceria Scalenghe, La Bottega dei Bombi…e non solo (Pasticcerie), Caffè Alberto (Torrefazioni)

Conferenza stampa di presentazione del Festival: Piemont Cioccolato (Cioccolatieri), Fabaro (Panetterie),  Azienda Agricola Scaglia (Macellerie), Rossotto (Viticoltori).

EVENTI OFF
Oltre ai momenti plenari, al termine delle giornate di lavoro la discussione proseguirà attraverso gli eventi off, a numero chiuso e riservati a giornalisti e blogger. Quest’anno saranno 6: un’occasione per scoprire curiosità e novità legate al panorama enogastronomico oltre che un momento di relax e convivialità.

I Maestri coivolti: Enoteca Regionale dei Vini della Provincia di Torino (Enoteche), Vermouth Anselmo (Vermut), Turin Vermouth (Vermut)Ficini (Panetterie), Fabaro (Panetterie), Gallina (Pescherie), Ceni (Drogherie),Alberto Marchetti (Gelaterie), Il Frutto Permesso (Aziende agricole), Ziccat (Cioccolatieri), Pasticceria Scalenghe (Pasticccerie), Dolci & Dolci (Chicchisani) (Pasticceria).

INCONTRI B2B
Due le giornate dedicate agli incontri B2B, gratuiti e riservati alle aziende della filiera agroalimentare interessate a incontrare i professionisti della comunicazione per capire come questa possa sostenere e valorizzare i loro marchi e prodotti. I B2B sono organizzati con il supporto della Camera di commercio di Torino (11 i Maestri iscritti agli incontri), Campagna Amica di Coldiretti e ASCOM.

LABORATORI  

Saranno oltre 20, invece, i laboratori pratici gratuiti dedicati a giornalisti e blogger.

I Maestri coinvolti: La Margherita (Apicoltori), Ballesio Cioccolato (Cioccolatieri), Green Italy (Drogherie).

PETIZIONE ON-LINE CONTRO LO SPRECO ALIMENTARE
Il Festival del Giornalismo Alimentare lancia anche una proposta per ridurre i rifiuti alimentari: su Change.org – la più grande piattaforma per il cambiamento sociale, con più di 9 milioni di utenti in Italia e oltre 250 nel mondo –  si può firmare una petizione per rendere obbligatorio l’uso della “Food Bag”, la scatola che ogni ristoratore dovrebbe consegnare ai clienti per portare a casa il cibo pagato e non consumato.

PRIMO RAPPORTO SULL’INFORMAZIONE ALIMENTARE SU GIORNALI, WEB E TV

Questa quinta edizione si presenta anche con un’altra importante novità: la diffusione dei dati emersi dal primo rapporto sulla presenza del “tema” cibo nei media italiani. Il report, condotto da L’Eco della Stampa, ha analizzato un anno di contenuti alimentari sui media italiani, misurandone l’impatto, intercettando i temi più discussi e analizzando le modalità di informazione.

Il Programma della manifestazioneAccredito