Fontecuore

Fontecuore

www.fontecuore.it

Le fondamenta di questo cascinale risalgono al secolo XI. Bello il percorso di accesso lungo un’ombreggiata stradina di campagna, poi – varcato il portone in legno - si entra nel cortile dove affacciano la cantina e la dimora storica. La psicoterapeuta Maria Luisa Monticelli e l’ex dirigente aziendale Stefano Desderi ne hanno fatto il centro del loro progetto di vita circondati da 15 ettari di terreno con certificazione biologica, di cui 3,5 a vigneto.
L’Erbaluce, vitigno simbolo del Canavese, è l’anima per diversi vini fermi o spumantizzati. Il vino bianco fermo affina lungamente in acciaio per smorzare certe spigolosità tipiche del vitigno. Fra gli spumanti metodo classico millesimato abbiamo un Pas Dosé e un Brut, oltre a un Passito Riserva. Piccole chicche enologiche sono la Misteriosa, da un raro vitigno locale ancora “misterioso” a bacca dorata, e il Crateri, da uve erbaluce macerate sulle bucce. Completano la gamma i vini rossi: il Canavese Nebbiolo e il Canavese Spumante Rosato Extra Brut millesimato. Il Principe è invece ricavato da uve merlot. Possibili visite guidate in cantina e organizzazione di eventi su prenotazione.
--