Giacometto Bruno

Giacometto Bruno

 

Bruno Giacometto prende in mano l’azienda di famiglia (operativa da decenni, con i primi imbottigliamenti fatti negli anni Sessanta) nel 2001 e investe i risparmi fatti in vent’anni di lavoro all’Olivetti per ammodernare la cantina, con l’intenzione di fare vini di eccellenza derivati dai classici vitigni del territorio. Ha in tutto sei ettari vitati e la produzione annua è di circa 25 000 bottiglie. Dal 2016 ha intrapreso il percorso di conversione al biologico, con sempre più attenzione alla cura in vigna per il bene delle uve e di chi ci lavora. In cantina fa un grande uso della crio-macerazione ad iniziare dai vini derivati dall’erbaluce, come il Metodo Classico fresco e dagli intensi sentori floreali, poi l’Erbaluce Docg classico con la sua bella vena acida e l’ Aὐτόχϑ∞ν  (sarebbe Autoctono scritto con lettere dell’alfabeto greco), più ampio e complesso, per finire con il passito, frutto di fermentazione spontanea, morbido ed elegante. Interessanti anche il Canavese Rosso e il Nebbiolo.

Caluso