Pescheria del Salento

Pescheria del Salento

 

Nel 1965, Salvatore (Totò) Maggio trasferì a Torino l’attività di famiglia iniziata a Gallipoli, che oggi è portata avanti, in gran misura dal figlio Maurizio, con un banco nel mercato coperto di via Don Grioli. Il pescato, che si distingue per varietà e freschezza, è il più possibile nazionale: i gamberi arrivano da Sanremo o da Mazara del Vallo, come pure nostrani sono triglie, seppie, polpi, calamari, orate, branzini e palamite mentre il salmone arriva dalla Scozia e le capesante, talvolta, dalla Bretagna. Indiscusso valore aggiunto della pescheria è Celeste, mamma di Maurizio, fonte inesauribile di ricette per la clientela. Oltre a chiedere consigli è possibile farsi approntare il pesce in modo che sia soltanto da cuocere. Si va dalla classica tiella di tradizione pugliese a strati di patate, cozze e riso alle polpette di pesce spada tagliate al coltello e preparate con olio, capperi, olive, caciocavallo, pane e mentuccia. Una bontà la rolata di tonno marinata con olio, arance, pepe e granella di pistacchio. Chiuso domenica e lunedì.

Torino