Zuccarello

Quando Lorenzo Zuccarello, con l’aiuto della sorella Valentina, ha aperto la sua attività – che ora si svolge in un elegante locale – ha concretizzato la passione che nutriva fin da bambino per il cibo degli dei. Passione che si traduce nelle 36 tavolette di cioccolato della serie Mito Azteco, frutto di una lavorazione rispettosa della tradizione torinese, di cui ben 22 sono variazioni sul tema del fondente, con diverse percentuali di cru da tutto il mondo e con diverse aromatizzazioni. E anche nelle 28 praline, i nomi delle quali lasciano trasparire l’ingrediente abbinato: Il Pinolo Radioso, L’Ultimo Prima di andare a dormire (camomilla), Oktoberfest (birra di castagne), Amalfi (limoncello), Alla Milanese (zafferano), per citarne alcuni. Le uova di Pasqua di Zuccarello sono opere d’arte, come pure le torte. Una novità è Carezza al Caramello, composta da una mousse al gianduia, crema al caramello e pan di Spagna, il tutto adagiato su un biscotto di pasta frolla.
Aperto tutti i giorni dalle 8.30 alle 20.30.

Zuccarello